Cronaca

“L’Umbria del vino”, c’è tempo fino al 3 dicembre per iscriversi al concorso

Tutte le informazioni per partecipare all’edizione 2023

C’è tempo ancora fino al 3 dicembre per iscriversi alla seconda edizione del Concorso enologico regionale “L’Umbria del Vino – edizione 2023”. Torna dopo il successo del 2022 (58 aziende iscritte per un totale di 176 vini in gara).

A promuoverlo è ancora la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura dell’Umbria, grazie alla sua Azienda speciale Promocamera, di concerto con la Regione Umbria, le associazioni di rappresentanza degli agricoltori Coldiretti Umbria, Confagricoltura Umbria e Cia Umbria, il 3A Parco tecnologico agroalimentare dell’Umbria, l’Associazione Strade del Vino e dell’Olio dell’Umbria e Confcooperative Umbria. Concorso autorizzato dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e che quindi si differenzia da un classico premio e banco di assaggio soprattutto per l’accurata procedura ministeriale.

Possono partecipare al concorso le aziende vitivinicole con sede e/o unità locali produttive in Umbria. Il concorso è dedicato alle seguenti categorie di prodotto: vino bianco, vino rosso, vino rosato, vino spumante di qualità, vino frizzante, vino dolce. I vini partecipanti, eccetto i vini spumanti di qualità, devono essere classificati esclusivamente come DOC (denominazione di origine controllata), DOCG (denominazione di origine controllata garantita) e IGT (indicazioni geografiche tipiche).

I soggetti che intendono partecipare devono inviare la domanda di partecipazione, sulla base del facsimile scaricabile dai siti www.umbria.camcom.it e www.promocameraumbria.it, tramite email a [email protected] entro il 3 dicembre 2022. Le fasi concorsuali si concluderanno entro marzo 2023.

I vini in concorso saranno esaminati da una Commissione di degustazione composta da almeno 7 membri, di cui almeno 4 tecnici degustatori ed i restanti scelti fra esperti del settore vinicolo, sommelier, specialisti nell’ambito della comunicazione e della ristorazione, individuati tra professionisti con consolidata esperienza, a livello nazionale ed internazionale anche non umbri. I vini che hanno ottenuto un punteggio di almeno 85/100 centesimi, concorrono all’assegnazione di specifici premi, consistenti in medaglie. A salvaguardia del prestigio delle aziende, non viene reso noto al pubblico il nome delle imprese partecipanti, salvo le vincitrici. Per i vini vincitori è prevista la possibilità di utilizzare uno specifico bollino da applicare sulle confezioni.

Gli obiettivi principali de “L’Umbria del Vino” sono quelli di valorizzare l’opera delle cantine umbre, con particolare riferimento alle medie e piccole realtà, per favorirne la conoscenza e l’apprezzamento nei consumatori nonché rafforzarne la presenza nei mercati locali, nazionali e internazionali; di stimolare sempre di più i produttori verso un miglioramento della qualità del prodotto; e infine di sostenere lo sviluppo del turismo attraverso la diffusione del patrimonio enogastronomico di eccellenza del territorio.


© Riproduzione riservata

Articoli Correlati

Back to top button
error: Attenzione: Contenuto protetto

Adblock Detected

UmbriaSocial vive anche grazie ad annunci e sponsor, per favore, disabilita il tuo AdBlock per continuare