ItaliaPolitica

Giorgia Meloni ha giurato da Presidente del Consiglio: il governo è in carica

Hanno giurato tutti i ministri davanti al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Giorgia Meloni ha giurato da presidente del Consiglio. Il giuramento nelle mani del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Dopo la lettura della formula di rito si è così compiuto l’atto formale con il quale diventa ufficialmente la nuova premier.

Si è concluso nel Salone delle Feste del Quirinale il giuramento del nuovo governo, che quindi entra ufficialmente in carica. Dopo il giuramento del presidente del Consiglio dei ministri, Giorgia Meloni, è stata la volta dei vicepremier designati Antonio Tajani (ministro degli Esteri) e Matteo Salvini (ministro delle Infrastrutture).

Quindi hanno giurato tutti gli altri ministri del nuovo esecutivo, così composto: Interno Matteo Piantedosi; Giustizia Carlo Nordio; Difesa Guido Crosetto; Economia e finanze Giancarlo Giorgetti; Imprese e made in Italy Adolfo Urso; Agricoltura e sovranità alimentare Francesco Lollobrigida; Ambiente e sicurezza energetica Gilberto Pichetto Fratin; Lavoro e politiche sociali Marina Elvira Calderone; Istruzione e merito Giuseppe Valditara; Università Annamaria Bernini; Cultura Gennaro Sangiuliano; Salute Orazio Schillaci; Turismo Daniela Santanchè; Rapporti con il Parlamento Luca Ciriani; Affari regionali e autonomie Roberto Calderoli; Affari europei, politiche di coesione territoriale e Pnrr Raffaele Fitto; Pubblica amministrazione Paolo Zangrillo; Riforme istituzionali Maria Elisabetta Alberti Casellati; Sport e giovani Andrea Abodi; Disabilità Alessandra Locatelli; Sud e politiche del mare Nello Musumeci; Famiglia, natalità, pari opportunità Eugenia Maria Roccella. (Continua dopo la foto)

La formula di rito, poi le strette di mano con il Capo dello Stato e il premier. Un rito codificato, scandito dalle norme della Costituzione. Il giuramento del nuovo governo Meloni scorre tra parole e firme che contano, con gli sguardi e le movenze più ingessate per chi tradisce l’emozione della prima volta e chi mostra più disinvoltura, avendo già prestato giuramento in passato. La prima a giurare, senza leggere, è stata ovviamente la neo premier Giorgia Meloni. Poi i due vicepremier Tajani e Salvini.

Le strette di mano con il Capo dello Stato Sergio Mattarella e con il neo premier Giorgia Meloni chiudono il passaggio di ogni singolo ministro, dopo la formula di rito: “Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell’interesse esclusivo della Nazione”.


© Riproduzione riservata

Articoli Correlati

Back to top button
error: Attenzione: Contenuto protetto

Adblock Detected

UmbriaSocial vive anche grazie ad annunci e sponsor, per favore, disabilita il tuo AdBlock per continuare