EconomiaItaliaMondo

Ancora una mazzata sui mutui: dalla Bce nuovo rialzo di 0,75 punti base

Il maxi-rialzo dopo quello avvenuto a luglio che aveva fatto dire addio all’era dei tassi negativi

Nuova mazzata sui mutui. Nuovo rialzo dei tassi dopo quello di 0,50 dello scorso luglio (il primo in 11 anni): la Banca centrale europea ha annunciato un ulteriore, e questa volta maxi, rialzo di 0,75 punti base. Si è trattato – si legge sul Corriere della Sera – di una scelta difficile, ancor più di quella del 21 luglio, quando la Bce alzò i tassi d’interesse per la prima volta dopo undici anni mettendo fine all’era dei tassi negativi; allora il rialzo da 0,50 punti base — più alto delle attese — servì anche a convincere i falchi a dare vita allo scudo anti-spread, varato all’unanimità.

Oggi la Bce è partita, per arrivare alla decisione, dai dati. Che dicono che l’inflazione, il vero nemico da battere, ad agosto ha toccato il nuovo record di 9,1%, nei Paesi baltici viaggia sopra il 20% da mesi, ha superato la doppia cifra in Olanda, Spagna e altri, e la Germania ci arriverà a dicembre.

La previsione fatta a luglio dallo staff – riporta il Corriere della Sera – per il 2022 (6,8%) verrà quindi pesantemente rivista, e ciò ha rafforzato le convinzioni di chi ha deciso una nuova maxi stretta che sarà seguita da un’altra a ottobre per i tassi di interesse di 19 Paesi membri dell’Eurozona. Tanto più che l’inflazione potrebbe ulteriormente crescere con la riduzione delle forniture di gas della Russia. Tassi di interesse più alti sono la soluzione abituale per tenere sotto controllo l’inflazione, ma per molti potrebbero avere l’effetto di peggiorare le dimensioni della recessione in arrivo. Da qui la difficoltà della decisione presa oggi. Che adesso avrà ripercussioni anche sui mutui.


© Riproduzione riservata

Articoli Correlati

Back to top button
error: Attenzione: Contenuto protetto

Adblock Detected

UmbriaSocial vive anche grazie ad annunci e sponsor, per favore, disabilita il tuo AdBlock per continuare